Con l’Academy una lezione sulle nuove regole del calcio

IMG_20191025_213454

Civitanova Marche (MC) – Il primo luglio scorso sono entrate in vigore alcune nuove regole del calcio e tutte le novità sono state riportate  nella Circolare n.1 dell’AIA e all’Academy Civitanovese va  il merito di aver organizzato un incontro con i propri giovani tesserati e i tecnici dello staff societario,  per un riuscito approfondimento delle  stesse con l’arbitro Livio Silvestrini, civitanovese doc e  con un proficua attività in serie C.

L’incontro è avvenuto nel salone della parrocchia di San Gabriele, dedicato all’indimenticato mons. Lauro Chiaramoni,  che il parroco don Piero Pigliacampo ha messo ancora una volta a disposizione della società sportiva rossoblu.

La serata si è aperta con un’introduzione dell’addetta stampa Marta Bitti e con il  saluto del presidente Paolo Squadroni che ha subito messo in risalto l’importanza della riunione “per un approfondimento delle nuove regole del calcio – ha detto – a beneficio sia dei giocatori che dei genitori”.

Poi, l’arbitro Livio Silvestrini ha fatto un ampio resoconto sulle nuove regole e con l’aiuto di alcune slide, alla cui proiezione ha provveduto il segretario Francesco Morgese,  ha messo in risalto gli aspetti che hanno dato un’interpretazione nuova ad alcune regole.

Le principali riguardano  le sostituzioni dei giocatori, con l’uscita degli stessi  da un “punto più vicino alla linea perimetrale”, salvo determinate situazioni, il cartellino giallo e rosso anche per dirigenti e tecnici che si trovano in panchina, con le ammonizioni che vengono sommate come per i calciatori. Altri aspetti approfonditi la rimessa in gioco da parte dell’arbitro, sempre a favore della squadra che ha toccato per ultimo la palla e nell’area di rigore al portiere, falli di mano degli attaccanti e dei difensori, per questi ultimi il fallo non è riconosciuto se il pallone colpisce prima una parte del corpo e di rimbalzo finisce su un braccio, la regola delle barriere che se formate da un minimo di tre giocatori nessun avversario può entravi a far parte, la distanza da rispettare è un metro,  la posizione del portiere in occasione dei calci di rigore (un piede deve restare sulla linea di porta) e le nuove regole del calcio di rinvio, con i difensori  che possono trovarsi nell’area di rigore e che il pallone è in gioco appena si muove dalla linea di rinvio.

La serata è poi proseguita con un intervento del direttore sportivo della società, Leandro Vessella, che ha ringraziato l’arbitro Silvestrini, ha ricordato gli impegni della società,  “di avere fiducia – ha detto più che altro ai genitori – di avere fiducia di chi sta dall’’altra parte”, e ha fatto un accenno alla situazione della società con il rinnovo di alcuni membri della staff tecnico con gli arrivi di Stefano Renzi e  Gianluca Lazzarini e  gli inserimenti nella struttura della società di due osteopate, Giulia Armellini e Federica Bevilacqua,  e il  posturologo dott. Luca Grilli, laureato in scienze motorie.

Tutti e tre hanno fatto una rapida presentazione del compiti che intendono portare avanti con l’impegno di “prevenire più che curare” , non dimenticando “che lo sport ci dà tanto e ci prepara alla vita”. (v.d.s)